Rendez Vous con il cinema francese dei giorni nostri

Da Mercoledì 02 Aprile a Domenica 06 Aprile 2014

Il Festival Rendez-Vous. Appuntamento con il nuovo cinema francese 2014 a Roma

IV EDIZIONE

ROMA (2 – 6 aprile 2014)
Cinema Quattro Fontane,
Casa del Cinema,
Accademia di Francia a Roma – Villa Medici,
Maxxi – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

 

IL VIAGGIO ATTRAVERSO LE STORIE E I VOLTI DEL CINEMA FRANCESE CONTEMPORANEO PARTE DALLA CAPITALE E, NELLARCO DI UN MESE, TOCCHERÀ, COME SEMPRE, LE CITTÀ DI PALERMO, BOLOGNA, TORINO, MILANO, E, DA QUESTANNO, NAPOLI. CIASCUNA RIPRESA ACCOGLIERÀ PARTE DELLA PROGRAMMAZIONE ROMANA E UN FOCUS DEDICATO A UN OSPITE SPECIALE.

Al via, la quarta edizione di Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, il festival esclusivo dedicato al nuovissimo cinema d’Oltralpe.

Con una quarantina di titoli, Rendez-vous regala al pubblico italiano un viaggio alla scoperta della ricchezza del cinema d’Oltralpe, con una programmazione che dedica particolare attenzione alla esplorazione dei generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti. Accanto ai grandi autori, un’ attenzione particolare quest’anno è rivolta alla comedie à la français che riscuote sempre più successo nel mercato internazionale, al cinema d’animazione, di cui la Francia è capofila in Europa per originalità, innovazione e produzione, non mancano poi i documentari, e il neo-polar, il noir tradizionale francese rivisitato in chiave moderna.

Come ogni anno le presentazioni delle anteprime saranno accompagnate da Masterclass, incontri e dibattiti, animate da artisti francesi e italiani.

Ad aprire il festival una commedia brillante, popolare e politica a firma Bertrand Tavernier:Quai d’Orsay, adattamento del graphic novel di grande successo: I segreti del Quai d’Orsay di Christophe Blain e Abel Lanzac. A presentare il film a Roma, in anteprima nazionale, appena rientrato dagli Usa, dove il film è stato distribuito, il regista accompagnato dall’attore Raphaël Personnaz che nel film interpreta il ruolo del giovane enarca Arthur Vlaminck.

Il prolifico Maestro Tavernier (regista, autore e critico cinematografico), ci regala un ritratto satirico del Gabinetto del Ministro degli Esteri Alexandre Taillard, interpretato da un vulcanico Thierry Lhermitte cui fa controcanto la voce piana e consumata di un magnifico Niels Arestrup, direttore di Gabinetto. Senza giudizio morale, ma con l’attenzione al reale che è propria del suo cinema, Tavernier ci porta a esplorare i retroscena della vita di Palazzo, filmato nei suoi decori più belli e luminosi che risuonano del culto e del potere della parola e di uno stato di perenne frenesia. Adulazione e ambizione, grandeur e compromesso nelle sue mani diventano una magnifica partitura musicale, divertente e maliziosa per raccontare la politica come era e forse come è, in Francia come altrove.

Come nelle passate edizioni, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici cura la sezione Cineasti del presente, dedicata alle opere prime e seconde di registi emergenti presentate per la prima volta in Italia. Una vetrina del giovane cinema francese, che quest’anno dà spazio a sei autrici, apprezzate dalla critica internazionale e premiate nei principali festival europei.

Tanti gli ospiti e uno spazio speciale dedicato agli eventi professionali che quest’anno si amplia e si approfondisce con gli Incontri di co-produzione Italia-Francia che accompagneranno la quarta edizione del Mini Marché Unifrance.

Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut français Italia, in collaborazione con Unifrance films con la partecipazione dell’Accademia di Francia a Roma - Villa Medici.

BNL Gruppo BNP PARIBAS, per il quarto anno consecutivo, è main sponsordella rassegna.

Potrebbe piacerti anche...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>