Le leggende della Urban Art al Macro di Roma

Roma – Dal 7 giugno fino al 10 agosto, al MACRO si confrontano i linguaggi artistici di ultima generazione: quelli della “Street Art” “Urban Art” di scuola italiana e francese,  in una mostra che si preannuncia come un grande evento di partecipazione di massa. Uno scambio culturale nei 2000 metri quadri dell’ex mattatoio Testaccio tra i protagonisti di un movimento che nasce sulla strada e che usa quest’ultima come luogo d’elezione e principale strumento comunicativo. L’Arte Urbana Contemporanea può considerarsi figlia della Pop Art e del Graffitismo, collocandosi in un nuovo orizzonte, a metà tra comunità sociale e mondo dell’arte. Da circa un decennio, questa corrente sta rivoluzionando le strade e i palazzi più grigi e anonimi delle capitali europee, con opere a cielo aperto che le arricchiscono di colore e significato. All’esplosione di colore e all’iconografia dominante, caratteristiche degli artisti francesi, la scuola italiana risponde con opere mitigate dalle tonalità del bianco e nero, in cui prevalgono tematiche astratte. In entrambe la aree si sviluppano continuamente nuovi codici e tecniche, che conducono quest’arte a trasformarsi in un costante divenire. Gli ormai leggendari capiscuola invitati alla mostra, sei francesi e sei italiani, sono conosciuti attraverso i loro nomi d’arte:  C215, ALEXONE, PHILIPPE BEAUDELOCQUE, EPSILONPOINT, POPAY, SETH, ERON, MONEYLESS, LUCAMALEONTE, TELLAS, 108, ANDRECO ai quali si affiancheranno tanti giovani aspiranti artisti, con la partecipazione a workshop, conferenze e stand organizzati dall’evento fino al 10 agosto. Per l’occasione, anche la metro di p.zza di Spagna e il treno Roma-Lido saranno adibiti a spazi espositivi. Urban Legends è un evento interamente  finanziato da privati, nato dalla collaborazione dell’associazione romana  “999contemporary” con “Les Jours de France” e il patrocinio istituzionale di Roma Capitale, Comune di Parigi, Ambasciata di Francia a Roma e il Tandem, un programma di scambi culturali italo-francesi.

Potrebbe piacerti anche...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>